#NONSEISOLA

SOSTEGNO A DISTANZA 📱 IN VIDEOCHIAMATA
SOSTEGNO A DISTANZA

Cosa significa avere una malattia invisibile

Significato

Tante malattie, fisiche o mentali, vengono definite come invisibili. Il termine invisibile indica il fatto che non vi siano sintomi evidenti ed osservabili esteriormente. I dolori, i disagi e le difficoltĂ  sono tutte nascoste all’interno del corpo e della mente.

Purtroppo nella nostra societĂ  l’occhio ha, fin troppo, bisogno della sua parte. Le malattie e i problemi che non sono osservabili ad occhio nudo dall’esterno non trovano lo stesso riconoscimento di quei disagi che invece sono ben visibili.

Questo è valido per le patologie fisiche ma aumenta esponenzialmente la sua grandezza quando si parla di disagi psicologici. La tendenza è quella di sminuire sintomi e problematiche che non possono essere oggettivamente guardate.

In questi casi purtroppo viene valido il detto: se non vedo non credo.

Risvolti psicologici

La conseguenza psicologica di tutto questo ricade sulle persone che soffrono e che non trovano comprensione e riconoscimento nel mondo esterno. Spesso ci si sente dire â€śfai troppa scena”, “esageri il tuo dolore”, “ma se stai così bene esteriormente, come puoi stare così male interiormente”, “allora perchĂ© sorridi se stai soffrendo” e tanto altro. Ogni volta che si sente una frase del genere si riceve una piccola ferita nell’anima

Con il passare del tempo si impara a farsi scivolare addosso commenti di questo tipo: ma non è giusto! Non è giusto che le persone giudichino il dolore altrui. Non è giusto che gli altri abbiano parola sulla nostra sofferenza. Non è corretto lasciare spazio ad opinioni che si basano esclusivamente sulla superficialitĂ . Non va bene che l’esterno si permetta di contestare quello che ognuno di noi prova dentro di sè. Che si veda o meno.

Il dolore è qualcosa di personale e privato. I sintomi di qualunque disturbo sono totalmente soggettivi. Ogni persona è libera di scegliere quanto mostrare o quanto raccontare della propria malattia, del proprio dolore o delle proprie difficoltĂ .

Bisognerebbe sempre poter trovare comprensione, accoglienza e accettazione. Quando questo non accade il rischio maggiore è di chiudersi in uno stato di solitudine e di isolamento che di certo non aiuta a stare meglio.

Prenditi cura di te

Affronta la tua patologia e il tuo dolore nel modo che credi migliore per te stessa, senza vergogna e sensi di colpa. Il tuo corpo e la tua mente sanno riconoscere limiti e confini che possono farti stare male, impara a rispettarli un po’ alla volta. Se pensi di avere bisogno di ascolto e comprensione, puoi trovare uno spazio psicologico che ti aiuti a superare il senso di ingiustizia e solitudine che provi. Scegli di amare prima te stessa indipendentemente dal parere e dall’opinione degli altri.

Questo articolo ti è piaciuto? Condividilo!

2 risposte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato.