#NONSEISOLA

SOSTEGNO A DISTANZA 📱 IN VIDEOCHIAMATA
SOSTEGNO A DISTANZA

Come cambia l’umore in base al ciclo mestruale

Noi donne sperimentiamo spesso sulla nostra pelle e sulla nostra mente le oscillazioni d’umore che vengono condizionate dalle fasi del ciclo mestruale. Ogni fase è caratterizzata dalla produzione di ormoni diversi e questi incidono notevolmente sullo stato delle nostre emozioni e sul tono del nostro umore.

Mestruazioni

Con l’arrivo del ciclo, spesso si presentano anche i classici disturbi fisici tra cui dolore pelvico, dolore lombare, mal di testa, nausea, stanchezza, malessere generale. Lo stato di salute fisica condiziona in maniera particolare anche lo stato emotivo: l’umore tende ad essere cattivo.

Dal punto di vista ormonale gli estrogeni e il progesterone sono ai minimi livelli. Il calo degli ormoni causa senso di irritabilità, nervosismo, insofferenza e stanchezza.È frequente il desiderio di cibi dolci, un tentativo del corpo di richiedere zuccheri che possano sopperire alla carenza di serotonina.

Dalla fine delle mestruazioni al 14° giorno: fase follicolare

Con il termine del ciclo si assiste ad una ripresa del buon umore. Gli estrogeni ricominciano a crescere e con essi si percepisce un aumento del desiderio sessuale e delle emozioni di sollievo, euforia e serenità. L’umore è stabile e generalmente positivo. Questa fase dura circa un paio di settimane, fino all’ovulazione.

Ovulazione

In questa fase gli estrogeni toccano il loro picco. La sensazione percepita sull’umore è quella di essere meno vulnerabili, meno sensibili, più capaci di prendere la vita con leggerezza. È frequente che ci si possa sentire più belle, più attraenti e più sicure di sé. Anche le energie sono maggiori durante questa fase, sia fisicamente che mentalmente. Facilmente ci si sente più ottimiste, solari e positive.

Attenzione: è una fase che fila liscia se la donna non percepisce dolori. In diversi casi l’ovulazione causa sofferenze portando con sé dolori fisici non indifferenti. Ovviamente in questi casi il dolore prevale e anche l’umore ne risente. La donna si trova a doversi occupare del malessere perdendo gli effetti benefici che questa fase ormonale potrebbe avere sul suo stato emotivo.

Dopo l’ovulazione: fase luteale

In questi giorni gli estrogeni calano mentre aumentano i livelli di progesterone. Con questo cambiamento ormonale, si trasforma anche l’umore andando a peggiorare. Spesso sono i giorni in cui è facile concentrarsi sugli aspetti negativi della vita e sui problemi. I giorni prima del ciclo sono quelli più a rischio di umore irascibile e altalenante, soprattutto nei casi di coloro che soffrono di sindrome premestruale.

In questa fase assistiamo anche all’inibizione della produzione di serotonina che può causare un aumento dei livelli di ansia e di depressione.

Attenzione: la sindrome premestruale quando diventa forte e invalidante merita di essere indagata per comprendere come poterla alleviare!

Non sei sola

Le fasi che abbiamo appena visto sono una sintesi molto generica di quello che può capitare durante i cambiamenti ormonali dovuti al ciclo mestruale. Ricordiamoci sempre che ogni donna è un mondo a sé e che non funzioniamo tutte alla stessa maniera. Se pensi di aver bisogno di sostegno o aiuto per affrontare la gestione del tuo umore in qualunque fase della tua vita, non vergognarti di chiederlo. Insieme potremo capire ciò di cui hai bisogno e come psicologicamente è possibile alleviare i disturbiconnessi ai cambiamenti d’umore.

Questo articolo ti è piaciuto? Condividilo!

Share on facebook
Share on email
Share on whatsapp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *