#NONSEISOLA

SOSTEGNO A DISTANZA 📱 IN VIDEOCHIAMATA
SOSTEGNO A DISTANZA

Ansia notturna e disturbi del sonno

Ti è mai capitato di notare un aumento delle sensazioni di ansia durante la notte?
L’ansia notturna ha mai inciso sulla qualità e sulla quantità delle ore del tuo sonno?
Di notte di capita di avere emozioni di ansia più intense rispetto a quando è giorno?

Molto spesso ansia e disturbi del sonno viaggiano di pari passo. I pensieri ansiogeni non aiutano a dormire e non dormire porta ad amplificare le sensazioni di ansia.

Ansia notturna

Possiamo definire ansia notturna, quell’insieme di emozioni, sensazioni, pensieri e percezioni ansiogene che si presentano durante le ore notturne di buio. Si amplificano proprio nei momenti in cui mente e corpo dovrebbero riuscire a staccare la spina e riposare.
Rispetto all’ansia che si vive nelle ore di luce a mente lucida, l’ansia notturna viene vissuta e descritta come più intensa e più difficile da gestire e controllare.
Il silenzio e il buio certamente non aiutano la mente a distrarsi o a concentrarsi su altre cose. Insieme all’ansia spesso sono amplificate anche sensazioni di vuoto, di solitudine, di paura e di preoccupazione.

Manifestazioni dell’ansia notturna

Vediamo quali sono i più comuni atteggiamenti e vissuti di chi si trova a vivere una forte ansia nelle ore notturne.

  • Presenza di pensieri intrusivi relativi a questioni della propria vita o a impegni che si verificheranno nel proprio futuro
  • Stato intenso di preoccupazione rispetto a eventi che ancora si devono presentare nel tentativo di prepararsi e di anticipare ogni imprevisto
  • Irrequietezza del corpo che cerca costantemente e continuamente una posizione che possa essere comoda e rilassante
  • Aumento della concentrazione focalizzata spesso su quello che succede nel proprio corpo
  • Difficoltà di svagare la mente e portare l’attenzione su cose neutre e lontane dall’ansia
  • Presenza di pensieri relativi a tutti gli aspetti vissuti durante le giornate precedenti nel tentativo di analizzare ogni singolo passo o possibile sbaglio
  • Presenza di insonnia nonostante la stanchezza accumulata
  • Ricerca casuale di informazioni su internet nel tentativo di placare i pensieri ansiogeni o di trovare possibili soluzioni

Disturbi del sonno

Tutto questo ovviamente porta frequentemente a sviluppare dei disturbi del sonno più o meno intensi.
L’impossibilità di dormire bene a causa dell’ansia e dei pensieri intrusivi, porta ad uno stato di stanchezza ed affaticamento costante.
Questo rischia con il tempo di creare un vero e proprio circolo vizioso. Più si vivono notti invase dall’ansia, più il sonno viene a mancare e la stanchezza aumenta. Più aumenta la stanchezza, più la paura e l’ansia di non riuscire a riposare e dormire si fanno forti, limitando il riposo. E così via.

Non siete soli

Tutto quello che vivete dal punto di vista emotivo va bene. Non siete sbagliati, non siete strani, non siete guasti.
Aspettare è difficile. Aspettare è estenuante e faticoso. Aspettare è stressante.
Quello che è in vostro potere di fare è capire come poter riempire quella attesa. Perché quello è pur sempre il vostro tempo, il vostro spazio e la vostra vita. E la vita va comunque riempita con la vita. Con le cose che amate e con le cose che vi piace fare.

Questo articolo ti è piaciuto? Condividilo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.