Depressione post partum

Stanchezza e fatica post parto e durante la maternità spesso vengono sottovalutate. Dare voce a queste emozioni permette di normalizzarle e affrontarle. Nessuna donna nasce mamma perfetta, ma impara con il tempo!

Definizione e durata

La depressione post partum è un disturbo psicologico clinico dell’umore, che possono incontrare le donne dopo la gravidanza e dopo il parto. I livelli di intensità e la durata possono essere differenti e variare da persona a persona. Non tutte le situazioni sono drammatiche ma è importante non aspettare mai che la situazione diventi grave per chiedere aiuto.

La depressione post partum si differenzia dal Baby Blues (“Baby Malinconia”) perché rispetto a quest’ultimo ha una durata maggiore nel tempo. Il Baby Blues infatti, è una malinconia che si presenta in seguito al parto ma tende a svanire dopo pochi giorni.

Sintomi

Diversi sono i sintomi psicologici che si riscontrano con la depressione post partum. In sintesi i più comuni sono:

  • Irritabilità e agitazione
  • Senso di tristezza e malinconia
  • Crisi di pianto
  • Senso di inadeguatezza
  • Senso di preoccupazione costante
  • Perdita di interesse per le normali attività
  • Mancanza di energie
  • Difficoltà di legame con il bambino
  • Tendenza alla chiusura e all’isolamento

A tutto questo si aggiunge un ulteriore problema causato dal falso mito che una mamma debba per forza essere felice 24 ore su 24. Quando questo non avviene la donna percepisce un senso di colpa e di vergogna difficile da affrontare e da spazzare via. Anche l’idea che si debba per forza avere un imprinting immediato con il bambino è un’idea estremizzata che, quando non si verifica, porta la mamma a sentirsi diversa e sbagliata.

Purtroppo oltre a questo capita spesso che le donne incontrino consigli e pareri che le destabilizzano ancora di più: “non pensarci, passerà”. Trovare frasi di questo tipo sul proprio cammino non aiuta a parlare delle emozioni che si stanno vivendo e non parlarne rende le emozioni maggiormente pesanti e ingombranti.

La voce delle donne

“Sono una mamma imperfetta”, “Mi sento sbagliata”, “Le altre mamme sono meglio di me”, “Chi me lo ha fatto fare?”, “Non sento quello che dovrei sentire”, “Parto proprio con il piede sbagliato”, “Non sono all’altezza di essere madre”.

Pensieri che sorgono alla mente in maniera spontanea ma che da soli bastano per devastare lo stato d’animo della donna che li vive. È importante non avere paura di tali pensieri ma riuscire a dargli voce e dargli forma. Sono pensieri normali che vengono a più mamme di quanto si possa immaginare. Concedersi di fare questi pensieri permette di osservarli per il loro reale valore, consente di normalizzarli e di dargli sfogo senza essere negati.

Non sei sola

È difficile accettare di stare vivendo certe difficoltà psicologiche proprio nel momento in cui tutti ti dicono che dovresti essere al settimo cielo. Non dare importanza a questi pareri, dai importanza alla cura di te stessa. Permettiti di chiedere aiuto, permettiti di chiedere sostegno. Insieme potremo affrontare i tuoi pensieri, i tuoi vissuti e le tue emozioni dandogli il giusto ascolto e il giusto spazio.

Ricorda: trova equilibrio con te stessa per poter dare equilibrio anche al tuo bambino!

Blog

Ipnosi e psicoterapia ipnotica

Ipnosi per risolvere difficoltà psicologiche Quante volte ti sei detto: “ho un problema, so come andrebbe risolto ma non riesco a farlo”?Ma anche: “so cosa

LEGGI →